ITA    DEU    ENG 

Scoprire i dintorni di Torbole

Arco
Arco sorge ai margini settentrionali del Lago di Garda, nell’ampia valle del Sarca e fa parte del Comprensorio Alto Garda e Ledro. La città ha ricevuto il sopranome di “clinica naturale” e “Nizza del Trentino” per l’aria limpida, il clima particolarmente mite ed i suoi giardini mediterranei.

Il simbolo della città è la rupe rocciosa con le rovine del castello di Arco, un antico castello medioevale recentemente restaurato, che attira ogni anno numerosi visitatori e che offre un panorama mozzafiato sulla città e sulle zone circostanti. Le case ed i vecchi palazzi del centro storico, che si trova ai piedi della rocca, sono disposti ad arco e danno il nome alla città. Nel centro storico ci sono molti angoli pittoreschi, antichi portoni, fontane e vie nascoste da scoprire.

Particolarmente bello e da vedere è l’Arboreto di Arco, un orto botanico che conserva ca. 150 specie vegetali e anche la famosa grotta di Patone merita una visita.

Le pareti rocciose attorno alla città che è stata eletta “capitale mondiale dell’arrampicata sportiva”, sono un vero paradiso per i rocciatori e gli amanti del free climbing. Ogni anni Arco ospita atleti provenienti da tutto il mondo, che si sfidano nella competizione sportiva di arrampicata “Rock Master”.

Le risorse economiche principali sono il turismo, l’artigianato e l’agricoltura (soprattutto vino e olio d’oliva).

 
Riva del Garda
La città di Riva del Garda è situata a Nord del Lago e con i suoi 15.808 abitanti è il principale centro del Lago di Garda Trentino. Grazie alla sua posizione particolare, è uno dei luoghi più affascinanti della zona: a ovest la cittadina è protetta dal Monte Rocchetta (1575 m) e sul lato est sorge il Monte Baldo (2218 m).

Riva, chiamata “la perla del Lago di Garda”, è un’oasi mediterranea ai piedi delle Dolomiti, con un clima sempre mite e una vegetazione formata da limoni, palme, olivi e allori. Le spiagge di ciottoli bianchi, l’acqua particolarmente azzurra e l’aria tersa danno alla città un fascino speciale.

Con i suoi due porti Riva del Garda è un centro importante per gli sport, soprattutto per il windsurf e la vela.

La risorsa economica principale è il turismo, che si è già sviluppato alla fine del 19esimo secolo.

I monumenti storici più importanti sono la Piazza III Novembre, con il Palazzo Pretorio, il Palazzo del Comune e la Torre Apponale, inoltre la Rocca, una fortezza circondata da un canale con ponte levatoio, sede del Museo Civico e della Pinacoteca ed il Bastione, costruito sulle pendici del Monte Rocchetta. La principale struttura religiosa è la Chiesa di S. Maria Assunta con altari barocchi e marmi intarsiati.

Mete turistiche interessanti nei dintorni di Riva sono il Lago di Ledro, il Lago di Tenno, le Cascate del Varone e il paesino di Pregasina, che offre un panorama spettacolare sul Lago di Garda.

 
Torbole - Nago
Il comune di Nago-Torbole, che sorge nell’angolo nord-orientale del Lago di Garda vicino alle foci del fiume Sarca, è composto da due paesi: Nago, che è situato sulle pendici del Monte Altissimo (2079 m) e Torbole, che si trova in riva al lago. Una caratteristica del paese di Torbole, che sorge alle falde del Monte Baldo, sono le case disposte ad anfiteatro sul golfo.

Grazie al vento presente tutto l’anno e al divieto di navigazione dei motoscafi, Torbole (il nome deriva da turbine) è divenuto un notissimo centro velico e di windsurf. Per questo motivo, Torbole è considerata una capitale europea degli sport d’acqua e una località di forte interesse turistico.

Uno degli angoli più affascinanti e pittoreschi di Torbole è il porticciolo, che ha conservato l’aspetto originale del paese di pescatori e barcaioli.

Goethe fu affascinato dalla bellezza del luogo che chiamava “la terra dove fioriscono i limoni” e dalla straordinarietà dei suoi venti.

Nago è un paesino incantevole con una ricca vegetazione mediterranea, che offre un panorama mozzafiato su tutto il Lago di Garda. I forti di Nago ospitano il museo comunale e sono circondati da un bellissimo parco. Il Parco Naturale del Monte Baldo chiamato “Giardino d’Europa” si trova sul territorio di Nago-Torbole ed è conosciuto per la sua ricchezza botanica.

Il clima mediterraneo favorisce la coltura degli olivi e dei limoni.

 
Malcesine
Malcesine si trova sulla riva orientale del Lago di Garda ed è il comune più a nord del versante veronese del Lago di Garda. Dista 54 km dal capoluogo Verona.

Il paese sorge ai piedi del Monte Baldo ed è costruito intorno al Castello Scaligero ed al Palazzo dei Capitani, sede della biblioteca comunale. Il borgo antico di Malcesine possiede un fascino particolare, con il porticciolo, le piazze ed i ristoranti e bar tipici.

Malcesine è considerato uno dei centri turistici più eleganti ed attrezzati del Lago di Garda: numerosi hotel, appartamenti, ville e campeggi offrono ai turisti alloggi per ogni gusto. Il luogo offre varie possibilità per attività sportive, come vela, windsurf, tennis e minigolf.

Una funivia collega Malcesine al Monte Baldo (1800 m), che viene definito “l’orto botanico d’Europa” per le sue molteplici specie vegetali. D’inverno il Monte Baldo offre 11 km di piste sciistiche di varia difficoltà, raggiungibili attraverso la funivia.

Il comune si estende su un territorio con forte dislivello, parte dal livello del lago e raggiunge i 1800 m sul Monte Baldo. Il clima è più temperato rispetto al basso lago.

Il famoso pittore Gustav Klimt è uno dei visitatori più illustri di Malcesine. Nell’estate del 1913 ha dipinto due dei suoi quadri paesistici più famosi ispirandosi a Cassone e a Malcesine.

 
Limone
Limone sul Garda è il paese situato più a nord del Lago di Garda occidentale, della provincia di Brescia. Il nome del comune di 1.034 abitanti deriva dal latino “Limen” che significa confine.

Fino al 1932, quando fu terminata la strada gardesana, il paese era totalmente isolato, raggiungibile solo via lago o monti. L’economia si basava esclusivamente sulla coltivazione di limoni e olivi e sulla pesca, l’apertura della strada favorì lo sviluppo turistico.

Oggi Limone è uno dei più rinomati centri turistici del Lago di Garda Bresciano. Il centro del paese si sviluppa attorno al pittoresco porticciolo e conserva la tipica atmosfera di villaggio di pescatori.

I palazzi d’origini venete e le piccole vie del centro storico, stretto tra le rocce del Dosso dei Roveri e le acque del lago, affascinarono ospiti illustri del paese come Goethe, Lawrence e Ibsen.

Dalla chiesa di San Rocco (XVI secolo), posta sopra il paese, si può godere di un meraviglioso panorama sul lago.

Il territorio è caratterizzato da una vegetazione tipicamente mediterranea, con oleandri, palme e olivi fitti lungo i gradini che si alzano verso la montagna. Le famose limonaie che si estendono in terrazzi sulle pendici della cima della Mughera, sono il simbolo della località. Le prime serre vennero costruite nel Seicento e ancor oggi si possono vedere i pilastri e i muri, che proteggevano i limoni e gli aranci dal freddo.